Cecilia Campironi

Showing the single result

Cecilia Campironi nasce a Milano nel 1985, cresce a Roma e attualmente vive a Torino.
Si diploma in illustrazione del 2007 all’Istituto Europeo di Design di Roma.
Ancora studentessa inizia a lavorare con i bambini organizzando laboratori incentrati per lo più sulla lettura delle favole e la costruzione di libri e giochi di carta.
Dal 2008 gestisce Studio Arturo insieme a Elena Campa e Bernadette Moens con cui gira l’Italia tenendo workshop sull’incisione e la stampa artigianale.
Lavora con case editrici, agenzie pubblicitarie, librerie, organizzazioni no profit e eventi culturali, collaborando nel ruolo di illustratrice e contribuendo al processo creativo dei progetti.
Nel maggio del 2016 esordisce come illustratrice e scrittrice del libro “Che figura!” edito da Quodlibet e Ottimomassimo.
Sempre nel 2016 illustra la copertina del romanzo “l’Arca” scritto da Ester Armanino e pubblicato da Einaudi; illustra due storie per “I cicci”, flip book animati su Roma editi da Ottimomassimo.
Tra i suoi lavori recenti torna il tema romano anche nella collaborazione con la rassegna di musica “Boni come er pane” diretta da Giulia Ananìa e nella serie di illustrazioni realizzate per la nuova produzione di souvenir romani prodotta dalla Inking.
Tra le mostre più recenti ci sono:
l’esposizione collettiva del concorso Notte di Fiaba “La lampada Magica di Aladino” al Museo Alto Garda di Riva del Garda.
Il catalogo e mostra “Il guardiano dei porci” in occasione della XIX° edizione dell’Andersen Festival di Sestri Levante.
La mostra collettiva Mail Art Exhibition alla Slow Galerie di Parigi in collaborazione con Squame.
Nel settembre 2017 una sua illustrazione è stata selezionata da IBBY Italia come manifesto dedicato alla biblioteca di libri senza parole istituita a Lampedusa e sarà esposta al Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Cecilia Campironi

Du’ Spaghi

19,00